Go digital! Now or never

No, non torneremo alla normalità. Ammesso che qualcosa possa definirsi “normalità”. L’unica certezza con cui usciremo dall’emergenza Covid-19, quando accadrà, sarà che dovremmo confrontarci con un mondo che in poche settimane ha radicalmente cambiato le proprie abitudini, rivisto le priorità, riorganizzato la socialità e approcciato in maniera sicuramente più profonda il mondo digitale.

Il mondo nuovo

Mondo digitale che, a tutti gli effetti, è diventato il canale principale per svolgere tutta una serie di attività che prima ci permettevamo il lusso di compiere realmente nonostante avessimo a disposizione tutti gli strumenti per compierle virtualmente. Non penso solo alle transazioni finanziarie, ma anche a tutta una serie di situazioni che, gioco forza, con l’emergenza sono diventate impraticabili fisicamente. Alcuni dati elaborati dai gestori delle piattaforme online di servizi, inoltre, ci hanno per la prima volta detto che c’è stato un grande flusso di operazioni da parte di chi, finora era rimasto (volutamente?) ai margini. Parliamo di quella fascia della popolazione con età superiore ai 60-65 anni che ha sempre visto con sospetto e-commerce et simili.

Più users, più clienti

Cosa significa tutto ciò? Due cose in via prioritaria. La prima: si è allargata enormemente la platea degli users di servizi online pronti a gestire larga parte delle proprie attività quotidiane attraverso le piattaforme presenti nel web. E questo significa avere più clienti potenziali e per giunta interessati.

Digitalizza la tua attività

La seconda nota, quella che più ci deve interessare, riguarda le attività economiche. A quanto pare non ci sono più scuse: fare business nel 2020 e dal 2020 significa pensare digitale. Go digital. Digitalizzare le aziende (non parlo degli early bird che già da tempo sono sui mercati online, ovviamente) diventa oltre che una priorità una vera e propria necessità per rimanere sui mercati. E digitalizzare non significa solo e-commerce, ma anche elaborare una strategia interna di sviluppo digitale del proprio business. Pensate alla creazione di una casella email professionale, un servizio di newsletter, l’utilizzo della suite di Google, l’utilizzo di strumenti come Zoom, Trello, e altri simili che servono a digitalizzare l’organizzazione interna e l’interfaccia con i clienti: tutto questo non è più rimandabile. Tutto questo nei prossimi mesi sarà cruciale per tutti.

Come fare?

Il riposizionamento è già in atto, non si può restare indietro. Per questo è necessario affidarsi a consulenti informatici/comunicatori, in grado di elaborare strategie di digitalizzazione interna e sviluppo di piattaforme online di promozione/vendita/assistenza agli utenti/clienti.

Non è solo business, è il futuro.
E il futuro non attende.

ANDREA LUCCIOLI

 

Contatti:
FB: andrea.luccioli
IG: andrealuccioli
LinkedIn: www.linkedin.com/in/andrealuccioli